IN ALBIS

Foto di Inalbis Albis

La città di L’Aquila viene proposta come sede della quarta edizione del progetto artistico In Albis, ospitato nel 2007 a Roma sul sagrato della Chiesa di San Francesco a Ripa, nel 2009 su committenza del Comune di Todi sulla scalinata del Duomo di Todi, nel 2009 Ospedale degli Innocenti in Firenze.

L’happening In Albis è una mise en oeuvre ( o habillé en blanc) di un luogo simbolo come incontro in un pensiero di luce da cui riprendere un cammino. Il progetto prevede un’installazione site- specific con la forma di un mandala realizzato con piante di grano e candele. E’ un evento legato alla Pasqua, che rievoca la tradizione del grano bianco coltivato nell’oscurità e donato per il Sepolcro, come preparazione alla Ri-nascita.

Il grano della Rinascita è una preparazione alla vita.

In deroga alla tradizione, il grano della Ri-nascita per la città di L’Aquila crescerà nella luce, per continuare a vivere nelle case e nelle strade dopo l’evento!

Il grano verrà distribuito gratuitamente 40 giorni precedenti la Pasqua per essere coltivato da alunni delle scuole di vario grado dell’Aquila, studenti dell’accademia, membri di associazioni e comunità che parteciperanno alla costruzione del mandala, sulla scalinata della Chiesa di San Bernardino, dove l’artista giapponese Uemon Ikeda porrà un segno con la carta bianca, come momento di elevazione di percorso, di inizio di una nuova vita, fondendo gli elementi simbolici della cultura occidentale e orientale, con la partecipazione di un cuore terremotato. L’unione tra i due sismi è proposta come segno del bisogno di un pensiero che riporti la riflessione sulla vita e sull’uomo al centro delle grandi trasformazioni.

La celebrazione del 5 aprile si apre con la Cerimonia del tè nel teatro dell’Accademia a introduzione della cerimonia del grano che si terrà sulla scalinata della chiesa di San Bernardino nella serata del 5 aprile 2012.

- Gli artisti Jacopo Benci, Valentina Colella, Fabrizio Corneli, Giulio De Mitri, Bruna Esposito, Isabelle Fordin, Uemon Ikeda, Licia Galizia, Franco Ionda,  Emanuela Lena,  Rory Logsdail, Daniela Monaci, Antonio Mendoza, Alessandra Porfidia, Pietro Reviglio, Fiorella Rizzo, Guendalina Salini, Sara Spizzichino, Silvia Stucky, María Jesús Cueto-Puente, Iratxe Hernandez-Simal, partecipano alla realizzazione dell’opera pubblica accanto a studenti e a quanti vorranno essere in un concetto di costruzione, che sarà portata a compimento per il 5 aprile alle ore 15.

Il giorno nell’area tra Piazza Duomo, Piazza Palazzo e i portici Fiorella Rizzo; Isabelle Fordin con il supporto scientifico del Geologo Fabrizio Spernanzoni; Jacopo Benci e Silvia Stucky; Sara Spizzichino; Antonio Mendoza; Franco Ionda realizzeranno performance, letture poetiche e installazioni con gli studenti delle accademia, di ogni scuola e con coloro che sentono di partecipare. Il programma per il pomeriggio del 6 aprile sarà pubblicato su questo sito.

Un progetto curato da Vittoria Biasi.

Articolo tratto da: http://inalbis.weebly.com/

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...